Dramma della solitudine e della crisi ad Acerra, nel Napoletano: una donna di 47 anni, Maria B., operaia in cassa integrazione del reparto logistico Fiat a Nola, si è uccisa nella propria abitazione.
Il suicidio risalirebbe addirittura a martedì, ma il cadavere è stato ritrovato solo ieri sera dai vigili del fuoco che hanno sfondato la porta dell’appartamento.
A dare l’allarme alcuni vicini preoccupati dei cattivi odori che provenivano dall’appartamento. All’interno, infatti, c’era il corpo senza vita della donna già in stato di decomposizione.