Distacco dei contatori Gori ad utenti morosi, disagi ed interminabili file agli sportelli di Nola ed Ottaviano. Non si arresta l’azione del Circolo Pd di Palma Campania che strappa al sindaco Carbone un incontro con i dirigenti della società che gestisce il servizio idrico. Insieme ad Ercolano per portare all’attenzione del presidente Labocetta l’insofferenza dei palmesi al descritto stato di cose . Si è tenuto ieri, l’incontro fortemente voluto dai democratici palmesi in rappresentanza dei quali, in compagnia del sindaco, è giunta ad Ercolano l’avvocato Autilia Mascia. All’esito del confronto, è stato convenuta la stipula di una convenzione tra Comune di Palma Campania e Gori per la formazione di personale che, nei locali comunali, assisterà l’utenza palmese per la navigazione su internet ai fini dell’utilizzo del servizio telematico “Pronto-web” attivato dalla società Gori.
Detto, fatto. Sì, perchè il primo cittadino di Palma Campania, dopo la presentazione di apposita istanza a firma del consigliere comunale De Nicola per il Pd locale, sin dalle prime ore della protesta democratica, aveva concordato con il segretario di sezione Autilia Mascia l’ incontro adesso svoltosi presso la sede legale della società Gori. In effetti, tra le altre istanze, la missiva del circolo Pd di Palma Campania aveva ad oggetto proprio questo: “piani di rateizzazione equi rispetto al reddito dei cittadini  ed assistenza in loco per  evitare ai cittadini, specie se non automuniti, di doversi recare alle agenzie Gori di Ottaviano o Nola per semplici informazioni. A dar man forte all’azione a tutela degli utenti palmesi anche  Amelia De Pietro, presidente del centro sociale Anni d’Argento, con Carbone e Mascia in quel di Ercolano.
«Il Comune – ha dichiarato Autilia Mascia – è tenuto a semplificare la vita ai cittadini, specie se persone anziane, che non sanno usare il computer o non ne dispongono. Quindi, ben venga la Convenzione con Gori per la formazione di personale che possa seguire gli utenti per il disbrigo delle pratiche di allaccio e simili. Tuttavia, è bene anche chiarire che in casi di conclamata morosità o mancato rispetto di piani di rateizzo, il servizio telematico in questione non  potrà  evitare agli utenti lo stress delle file agli sportelli Gori. Per questo motivo, sarà necessario che il Comune si adoperi più efficacemente rispetto a quanto sin ora fatto per la risoluzione delle singole fattispecie. Sino ad oggi, infatti – ha concluso l’avvocato – non c’è stata un’efficace comunicazione dell’Ente in ordine all’azione di supporto cui il settore politiche sociali è tenuto per la mediazione ai fini transattivi, con conseguente nocumento per i cittadini con condizioni economiche disagiate. Ci auguriamo che si faccia meglio per il futuro. In caso contrario, noi del Partito Democratico non ce ne staremo di certo a guardare».