Estorsione all’Eurobet di Sant’Anastasia, a giudizio i fratelli Ventrone, Antonio e Pasquale, originari di Maddaloni, accusati di estorsione per aver incassato 500 euro. Per i due imputati, difesi dall’avvocato Michele Ferraro, la procura distrettuale di Napoli ha ottenuto il decreto di giudizio immediato.
Il processo è stato fissato per il prossimo mese di luglio, prima della pausa feriale. Intanto il Gip Paola Russo ha accolto la richiesta di revoca della misura restrittiva in carcere per Antonio Ventrone che in questa vicenda ebbe solo il ruolo di accompagnatore.
I Ventrone vennero arrestati in inverno a seguito delle indagini dei carabinieri di Castello di Cisterna e Maddaloni dopo la denuncia del proprietario del centro scommesse di Sant’Anastasia che gestiva un altro centro anche a Maddaloni.