Angeli custodi a protezione e tutela degli alunni e dei bambini strianesi. È in corso a Striano la selezione pubblica per la ricerca di 10 “Nonni civici” che opereranno presso le strutture scolastiche comunali. Possono presentare l’istanza coloro che risiedono nel comune di Striano, hanno un’ età compresa tra i 60 e i 75 anni, non hanno condanne o carichi pendenti con la giustizia, possono comprovare con certificato medico rilasciato dal medico di base l’idoneità psico-fisica all’espletamento dell’attività di “Nonno Civico” e non svolgono una prestazione lavorativa che sia incompatibile con gli orari in cui dovrebbe svolgersi la loro attività socialmente utile.
Il Nonno civico  sarà incaricato di svolgere un’ attività di vigilanza davanti alle scuole all’orario di entrata e di uscita dei piccoli alunni, al fine di agevolare e rendere più sicuro l’attraversamento stradale e l’accesso o l’uscita dagli edifici scolastici; un’ attività di controllo in senso lato del territorio limitrofo alla scuola per prevenire l’insorgenza di eventuali situazioni di disagio psicologico per gli alunni e di devianza aventi ad oggetto i medesimi alunni; ed infine un’ attività di vigilanza nei luoghi frequentati più assiduamente dai bambini come  gli spazi verdi, il parco giochi etc., al fine di garantire la sicurezza in luoghi che devono essere per loro un’ occasione di ritrovo, di gioco e di svago. La domanda deve essere redatta secondo un apposito modello, disponibile presso gli uffici comunali, e presentata all’Ufficio Protocollo del Comune, entro e non oltre il 15 febbraio 2015 alle ore 12:00. Verranno nominati “Nonni Civici” i primi 10 candidati che hanno proposto l’ istanza. I Nonni Civici nell’espletamento delle loro funzioni saranno coordinati dal Responsabile della Polizia Locale, cui compete l’organizzazione del servizio di vigilanza e controllo innanzi agli edifici scolastici.
L’operato  di “Nonno Civico” è un’attività gratuita, volontaria e socialmente utile. Pertanto, la predetta prestazione non comporterà alcun onere finanziario per l’Ente ed il rapporto che si viene ad instaurare tra il Comune e i “Nonni Civici” non costituisce rapporto di impiego. L’Ente fornirà ai soggetti impiegati gli elementi di riconoscibilità e tutta l’attrezzatura necessaria a garantirne la visibilità. Un’ iniziativa dunque volta a riscoprire il ruolo tutelare e sociale di coloro che a volte vivono la “terza età” ai margini dell’ impegno nel quotidiano,  ma che rappresentano una figura insostituibile a sostegno delle attività ordinarie di adulti e minori.