Pasquale Prisco, 28 anni, ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Sarno per le ferite riportate dopo la rapina nel supermercato Etè di Ottaviano, è deceduto. L’uomo era figlio del titolare dell’esercizio commerciale.

Per i due fermati, carabinieri in congedo, l’imputazione si aggrava con la contestazione dell’omicidio. Una pallottola gli aveva danneggiato gli organi interni ed era stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico a villa Malta di Sarno.