Scarica elettrodomestici per strada credendo di non essere visto, ma le telecamere del Comune lo riprendono: identificato grazie al numero di targa, è stato multato con una sanzione di 600 euro. Sversamento abusivo di rifiuti: i vigili urbani di Pollena Trocchia hanno individuato grazie ad un filmato della videosorveglianza comunale di via Alveo Trocchia un’automobile dalla quale venivano sversati polistirolo ed elettrodomestici vecchi sul ciglio della strada. Grazie al numero di targa, come detto, i caschi bianchi hanno identificato il proprietario dell’autovettura: l’uomo è residente a Sant’Anastasia.

«Si tratta di un importante risultato in considerazione del recente ripristino dell’impianto di videosorveglianza comunale e dell’installazione di nuove apparecchiature proprio nella strada teatro dei fatti e la futura realizzazione della centrale presso il nostro comando garantirà un servizio si controllo sempre più efficiente», ha detto il comandante della polizia municipale, Giuseppe De Stefano. «Il supporto tecnologico ci permette di rintracciare chi commette reati ambientali e non solo e ci auguriamo che abbia anche una funzione deterrente sia per la tutela dell’ambiente che per la sicurezza dei cittadini – ha dichiarato invece il sindaco di Pollena Trocchia, Francesco Pinto – Nel bilancio 2014 abbiamo stanziato le somme necessarie al ripristino dell’impianto preesistente e per installare nuove telecamere in via Alveo Trocchia. A fine 2014 parte dell’avanzo di amministrazione è stato destinato all’implementazione della videosorveglianza che si concretizzerà a breve attraverso la realizzazione di una centrale presso il comando di polizia locale e l’installazione di nuove telecamere. Oggi arrivano i primi risultati di questo sforzo e un particolare ringraziamento va al comandante De Stefano che si è impegnato in questo senso sin dal suo insediamento», conclude il sindaco Pinto.

Viva soddisfazione è stata espressa dall’assessore all’Ambiente, Vincenzo Filosa: «L’amministrazione ha lavorato intensamente per conseguire questo obiettivo e adesso si raccolgono i primi frutti dello sforzo teso alla riorganizzazione della videosorveglianza, con la speranza di rendere il servizio sempre più efficiente e tempestivo con la costruzione di una centrale così come previsto dal regolamento approvato a fine 2014 dal consiglio comunale – ha spiegato – L’amministrazione lavora quotidianamente per garantire alla cittadinanza un paese sicuro, pulito e accogliente; l’utenza risponde praticando con impegno la raccolta differenziata: non possiamo consentire che degli incivili vanifichino l’impegno profuso per la tutela del nostro territorio», ha concluso l’assessore.