Avrebbero teso un agguato a un imprenditore nei pressi di casa. Due persone sono state arrestate nella notte appena passata dai carabinieri del comando provinciale di Avellino che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per omicidio emessa dal gip del tribunale irpino.

I due sarebbero i responsabili della morte di Nicola Annunziata, 57 anni originario di Ottaviano in provincia di Napoli ma da qualche anno residente a Mugnano del Cardinale. Annunziata, la sera del 29 aprile scorso, fu chiamato al citofono da qualcuno e convinto a scendere in strada, in via degli Innocenti. Lì lo avrebbero atteso due persone in sella a una moto. Non appena l’imprenditore uscì dal portone della palazzina dove viveva con la moglie, fu colpito da due proiettili all’anca e alla testa.

Dopo 6 giorni di agonia in ospedale, il 57enne morì per la grave emorragia cerebrale che gli procurò il proiettile alla testa. A distanza di tre mesi i carabinieri hanno arrestato i presunti responsabili.