Uno dei 120 migranti ospitati in una struttura di prima accoglienza a Terzigno ha ripreso con il proprio cellulare le stanze più intime del centro. Il luogo in cui dormono, i bagni e gli spazi dedicati alle funzioni religiose.

Il centro in questione, come riportato da La Stampa che ha pubblicato il video, riceve circa 28 euro al giorno dallo Stato per ciascuno degli ospiti. Il proprietario della struttura sottolinea, però, che i pagamenti sono tardivi.

Intanto, forse i troppo profughi vivono praticamente l’uno sull’altro tra sporcizia nelle stanze e feci nei bagni: insomma, una situazione davvero complicata dal punto di vista igienico-sanitario e che non facilita per nulla l’integrazione degli extracomunitari.