Ha investito la moglie con l’auto per tre volte al culmine di una lite, probabilmente nata per motivi di gelosia, e ha poi tentato il suicidio. È accaduto due giorni fa ad Artena, un paese vicino Roma. L’uomo, un 47enne originario di Napoli, è stato fermato poco dopo dai carabinieri della stazione locale e di Valmontone.

La donna, una 40enne di San Giuseppe Vesuviano, è stata trasportata in ospedale in gravi condizioni, ma non sarebbe in pericolo di vita. Il marito è stato trovato poco dopo in macchina con ferite al collo e ai polsi. L’uomo, sottoposto a fermo di indiziato per tentato omicidio, è ora piantonato in ospedale.

Le condizioni della vittima sono apparse subito molto gravi. Soccorsa dal 118 e dai carabinieri della compagnia di Colleferro e della stazione di Artena, la donna è stata trasferita d’urgenza al Policlinico di Tor Vergata, con numerosi traumi, anche alla testa, e l’amputazione traumatica di un orecchio, tagliato dalle schegge della vetrina esplosa quando è stata dall’auto.