Dopo il rinvenimento di ieri di armi e munizioni nascoste in una palazzina del rione popolare Iacp, i carabinieri della tenenza di Caivano hanno trovato, sotterrate in un terreno a breve distanza, un vero e proprio arsenale: un kalashnikov, 2 mitragliette, un fucile a pompa con matricola abrasa, un revolver, 3 semiautomatiche di vario calibro, una delle quali con il silenziatore, una micidiale pistola a forma di penna calibro 22 e circa 400 proiettili di vario calibro.

Le armi, in perfetto stato di conservazione e pronte all’uso, saranno inviate al Racis per verificare l’eventuale utilizzo nei recenti fatti di sangue. Insomma, le terribile “pen-gun” vengono utilizzate anche dalla malavita organizzata e non restano più armi preferite soprattutto nei film, visto che la vera efficacia non era mai stata provata nelle lotte tra clan.