Il prossimo 9 luglio ricorre l’anniversario della morte di Nicola Nappo, vittima innocente della criminalità organizzata. Il presidio di Libera a Scafati, intitolato proprio a Nicola, intende ricordarlo attraverso un concorso scolastico artistico-letterario rivolto agli studenti delle scuole primarie e secondarie delle città di Scafati e di Poggiomarino.

Poggiomarino era la città dove il 22enne era nato e viveva, mentre da Scafati è partita la spedizione che quella sera d’estate del 2009 mise fine per uno scambio di persona alla vita del ragazzo. L’associazione intende così ricordare la memoria di Nappo ed in una nota spiega: «Vogliamo affidare la memoria di Nicola alle giovani generazioni intanto perché crediamo sia fondamentale se ne conosca la storia e se ne moltiplichi la conoscenza. Quella di Nicola è una storia assurda, che però può aiutarci a riflettere su quanto la camorra, con il suo carico di violenza e di morte, riguardi ciascuno di noi. Rinnovare la memoria di Nicola, trasformandola in uno stimolo all’azione e all’impegno, può dunque essere lo strumento per dare un senso all’assurdità di quella morte. Troppo facile pensare che Nicola fosse “nel posto sbagliato al momento sbagliato”. Un alibi – continua la nota – e una giustificazione insensati, ai quali bisogna invece contrapporre la certezza che Nicola, come tutte le vittime innocenti della camorra, fosse esattamente nel posto giusto al momento giusto, e che è la camorra a non dover trovare spazio nelle nostre città, nelle nostre comunità e nelle nostre vite».

A partire, dunque, dalla storia e dalla memoria di Nicola, i partecipanti al concorso dovranno produrre elaborati artistico-letterari legati al tema “fiori di memoria, colori d’impegno”, questo il nome dato da Libera al concorso. Al momento le scuole iscritte al progetto sono il 2° Circo Didattico e l’Istituto Comprensivo Poggiomarino 1 – Capoluogo di Poggiomarino; l’Istituto comprensivo “Samuele Falco”, l’Istituto comprensivo “Tommaso Anardi”, la Scuola Media Statale “Via Martiri d’Ungheria”, il Liceo Scientifico “Renato Caccioppoli”, il 2° Circolo Didattico e l’Istituto Tecnico Industriale “Antonio Pacinotti” tutti di Scafati. Alla giornata della manifestazione, in programma proprio il 9 luglio, ci sarà anche la mamma di Nicola, che in giro per l’Italia sta portando con coraggio l’assurda storia della morte del figlio innocente.