Ad ottobre del 2015 ci fu il blitz all’interno del rione Piano Napoli di boscoreale, dove vennero arrestati diversi soggetti con imputazione di partecipazione ad un’associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti capeggiata dal clan Tasseri. Nonostante la piazza di spaccio di via Settetermini fosse considerata tra le più affluenti, in molti sono tornati ad espiare la pena nella misura meno afflittiva della detenzione domiciliare, alcuni addirittura proprio all’interno del rione piano Napoli (come ad esempio Pasquale Angelillo e Antonio Auriola, entrambi difesi dall’avvocato Antonio Iorio del Foro di Torre Annunziata). I due hanno ottenuto la detenzione domiciliare proprio nei pressi dell’isolato 11, dove avveniva l’attività di spaccio.

Da ultimo, dopo la scarcerazione della coimputata Antonietta Coppola (su istanza sempre dell’avvocato Antonio Iorio alla scorta della quale il Gip di Napoli le ha concesso gli arresti domiciliari nel comune di Poggiomarino, nonostante la condanna ad anni 9 di reclusione inflitta in primo grado), oggi è toccato Ciro Tasseri. Quest’ultimo, sempre difeso dall’avvocato Iorio, nonostante la condanna alla pena di anni 12 e mesi 6 di reclusione torna agli arresti domiciliari in virtù dell’ordinanza emessa dal Tribunale del Riesame di Napoli.