Era atteso ieri in tribunale a Napoli per testimoniare contro un rapinatore seriale che aveva compiuto un “colpo” nella sua azienda. Chiaramente, dopo quanto accaduto, l’udienza è saltata. I due fatti non sono certamente collegati anche perché il “re dello zucchero” era parte lesa nel procedimento nei confronti di Antonella Pappacena, detto “O’ Pullastar” e accusato appunto di un raid armato nell’azienda leader del settore a livello internazionale.

Pappacena è accusato insieme ad un complice anche di un’altra rapina compiuta sempre a Poggiomarino. La morte di Francesco D’Avino, 48 anni, resta tuttora un giallo. La salma, infatti, non è stata ancora riaffidata ai familiari per i funerali. Indaga la procura di Rimini dove D’Avino stava partecipando alla fiera Sigep quando è stato trovato senza vita nella stanza di albergo.