Riconosce e rincorre l’uomo che aveva rapinato il suo bar. Il colpo era avvenuto qualche ora prima a Napoli allo Chalet del Sole di via Poerio a due passi da piazza Garibaldi. Un uomo, volto scoperto e in mano una pistola, non si sa se giocattolo o meno, si era fatto consegnare da una dipendente del bar poco più di mille euro di incasso per poi fuggire. Il padre del proprietario ha visto e rivisto le immagini del sistema di video sorveglianza e così quando, in strada, poche ore dopo, ha visto il rapinatore, ha iniziato ad inseguirlo e ha chiamato il 112.

La gazzella del nucleo radiomobile di Napoli lo ha raggiunto al corso Meridionale; lì l’uomo ha indicato il rapinatore, un 21enne di origine marocchina incensurato senza fissa dimora. La dipendente rapinata ha anche lei riconosciuto il ragazzo, il tutto confermato dalle analisi delle immagini, anche grazie a particolari dei rapinatore come gli stessi orecchini indossati e il tatuaggio sul braccio. Il 21enne è sottoposto a fermo per il reato di rapina aggravata è ora in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa di giudizio.