Stipendi in aumento con il decreto Aiuti bis. Il provvedimento che il governo Draghi si appresta a varare introdurrà un incremento in busta paga – di pochi euro al mese – che varrà da luglio a dicembre del 2022. E poi, eventualmente, sarà il nuovo governo, dopo le elezioni politiche, a decidere se confermare il taglio del cuneo fiscale e renderlo strutturale.

Ma nel decreto atteso oggi in Cdm c’è anche un altro aumento in busta paga, una sorta di bonus annuale. Che, però, riguarderà solamente una categoria specifica: gli insegnanti. E neanche tutti, perché questo aumento di stipendio – da quasi 6mila euro – verrà assegnato solamente una volta l’anno e ai docenti ritenuti più meritevoli.

Nella bozza del decreto Aiuti bis, che potrebbe ancora subire qualche revisione nelle prossime ore, viene infatti introdotta una nuova figura, quella del professore esperto. Un docente delle scuole di ogni ordine e grado che ha completato con valutazione positiva tre cicli di formazione e che avrà quindi diritto a un bonus annuale in busta paga. Vediamo in cosa consiste questa figura e a quanto ammonta l’aumento di stipendio.
Dl Aiuti bis, nasce il docente esperto

Il decreto Aiuti bis revisiona le norme sulla formazione continua degli insegnanti, introdotta con la riforma legata al Pnrr. In particolare è istituita la nuova figura del professore esperto. Un ruolo che non comporta funzioni diverse o lavoro aggiuntivo per quanto riguarda l’insegnamento.

I docenti esperti vengono selezionali tra quelli di ruolo che hanno “conseguito una valutazione positiva nel superamento di tre percorsi formativi consecutivi e non sovrapponibili” Questi cicli di formazione, comunque, sono appena istituiti e per questo, per completarne tre e accedere al bonus, c’è ancora tempo: nella bozza del dl si fa infatti riferimento al premio per gli anni 2032/2033, 2033/2034 e 2035/2036.
A quanto ammonta il bonus e a chi andrà
Il docente esperto guadagnerà 5.650 euro l’anno in più: la cifra sarà ricevuta sotto forma di assegno annuale ad personam e si sommerà al normale stipendio. Può accedere a questo bonus qualsiasi docente di ruolo, delle scuole di ogni ordine e grado, purché abbia ottenuto una valutazione positiva in tre percorsi di formazione. In totale i professori esperti non potranno essere più di 8mila l’anno in tutta Italia.

fonte money.it