Divieto temporaneo di balneazione lungo l’intero specchio d’acqua antistante Marina Grande, a Sorrento. È quanto prevede l’ordinanza sindacale firmata ieri e resa necessaria a seguito dei rilievi effettuati dall’Arpac il 10 agosto scorso che hanno rilevato percentuali di inquinamento oltre la norma. A pesare sull’esito delle analisi, i nubifragi che da giorni stanno interessando la penisola sorrentina, generando una situazione eccezionale di criticità del sistema fognario locale e del relativo impianto di depurazione, entrambi gestiti dalla Gori, con conseguente sovraccarico degli impianti e l’apertura dei «troppo-pieno».

All’esito dei controlli che la società sta effettuando in queste ore con i propri tecnici, dell’eventuale avvenuto rientro dell’emergenza e delle risultanze dell’Arpac, il provvedimento sarà immediatamente revocato.