Home Attualità La tiktoker De Crescenzo blocca una strada per inaugurare il suo negozio:...

La tiktoker De Crescenzo blocca una strada per inaugurare il suo negozio: scattano le denunce

Ancora una volta la tiktoker nota alle forze dell’ordine e arrestata per i rapporti con i clan e lo spaccio ha sfidato le istituzioni fregandosene delle regole. Rita de Crescenzo infatti ha organizzato abusivamente una festa senza alcun permesso bloccando la viabilità bloccando via Benedetto CAIROLI e le strade limitrofe a Piazza Garibaldi.

Sono dovute intervenire le forze dell’ordine per liberare bus e auto dei residenti bloccate da incivili che avevano attuato la sosta selvaggia creando il caos. Centinaia di persone sono arrivate con gli scooter senza casco e anche con bambini piccoli a seguito. Le forze dell’ordine sono intervenute sul posto per evitare ulteriori problemi.
La performance abusiva, oltre al blocco del traffico e il caso, ha anche fatto si che la strada sula quale è avvenuta restasse poi completamente sporca.

Le reazioni

“Con la sua carnevalata ha inzozzato tutta la strada fuori al suo negozio poi nei video precedenti si lamentava che l’Asia non passava a pulire …”- ha spiegato un cittadino al consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli che ha ricevuto decine di segnalazioni da parte di residenti e cittadini esasperati rimasti bloccati nella bolgia che sono preoccupatissimi per quello che ha fatto e potrà fare di negativo questo soggetto nel quartiere.

Adesso l’l’amministrazione comunale ha deciso di procedere con le denunce per ciò che concerne l’aver bloccato senza autorizzazione una strada addirittura con bande di musica e tappeti rossi sistemati lungo l’asse viario.

“Napoli non può essere di chi se la prende. Ho parlato con l’assessore De Iesu che mi ha confermato l’assenza di alcun permesso per chiudere la strada e che il comune sta procedendo con una serie di esposti e denunce. E’ inaccettabile che questi soggetti che non seguono alcuna regola o legge possano impunemente fare quello che gli pare. Finchè ci sarà tolleranza verso comportamenti palesemente incivili e illegali fatti alla luce del sole il degrado sarà inarrestabile” dichiara Borrelli.

Exit mobile version