Meno fondi al reddito di cittadinanza. «Si stanno occupando i colleghi del lavoro – afferma Maurizio Leo, viceministro dell’Economia -. Se attraverso una serie di controlli e una serie di misure, si riesce a reperire un miliardo, su cui stanno lavorando tutti i colleghi del lavoro, questo sarà messo prioritariamente a beneficio del caro bolletta». Quale strategia? «Separare i casi in cui le persone non possono lavorare, che vanno sempre salvaguardati, e gli altri su cui si può intervenire con meccanismi di controllo che possono generare questo flusso di 1 miliardo, che può essere utilizzato nella prossima legge di bilancio».

«Il viceministro dell’Economia, Maurizio Leo (Fratelli d’Italia) esce allo scoperto: 1 miliardo di euro per il caro bollette si può recuperare dal Reddito di cittadinanza. Un’idea davvero geniale: togliere fondi a disoccupati e lavoratori poveri che non riescono a pagare le bollette per aiutare… chi non riesce a pagare le bollette». Così un post del M5s. «Pur di piantare le proprie bandierine e cercare il consenso, FdI, Lega e Forza Italia ne tirano fuori una al giorno. Un orribile gioco fatto sulla pelle di cittadini e famiglie in difficoltà, senza la minima forma di rispetto». «Forti con i deboli, deboli con i forti».
Reddito di cittadinanza, gli aumenti in arrivo

In arrivo l’assegno unico (compreso di arretrati) più il bonus 150 euro per i beneficiari del Reddito.L’Inps ha ufficializzato le date per il pagamento dell’assegno unico, svelando anche le tempistiche per l’accredito dell’integrazione in favore di coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza. L’ente previdenziale ha indicato le date in cui chi prende il reddito di cittadinanza: l’integrazione Rdc-Au riferita al mese corrente, invece, il pagamento avverrà tra il 26 e il 30 novembre.