La Giunta comunale del Comune di Scafati, su proposta del sindaco Cristoforo Salvati, ha richiesto agli Organi competenti la dichiarazione di calamità naturale per il territorio di Scafati per gli eventi alluvionali che si sono verificati il 22 ed il 23 novembre scorsi e alla Giunta regionale della Campania i benefici previsti dalla normativa vigente disciplinante la materia. Lo scopo è garantire il ripristino, il recupero ed il risarcimento dei danni provocati ai beni demaniali, al patrimonio pubblico e dei danni subiti da cittadini e commercianti.
Le dichiarazioni del sindaco
“Rispetto a quanto accaduto sul nostro territorio, nei giorni scorsi, a causa degli allagamenti provocati dalle abbondanti piogge, non potevamo non agire in qualche modo, a tutela della città e dei nostri concittadini” a dirlo è il sindaco Cristoforo Salvati. Ormai, ad ogni allerta meteo incorriamo in una situazione di emergenza. Non trattandosi, pertanto, più eventi eccezionali, ma ordinari, abbiamo deciso di deliberare in Giunta comunale una proposta per richiedere agli Organi preposti la dichiarazione dello stato di calamità naturale per il nostro territorio. E’ giusto che chi ha subito danni, venga risarcito. La nostra Amministrazione, sin dal suo insediamento, ha lavorato costantemente per giungere ad una soluzione definitiva che ponesse fine alla problematica degli allagamenti, dopo oltre trent’anni di attese e promesse non mantenute dalle precedenti Amministrazioni e dalle istituzioni sovra-comunali competenti”.

“Una cosa è certa. Entro la fine di questo mandato amministrativo saranno ultimati i lavori per la realizzazione della rete fognaria nella nostra città. Intanto, stamattina ho incontrato a Napoli il Consigliere regionale e Presidente della IV Commissione Urbanistica, Trasporti e Lavori Pubblici, Luca Cascone, che mi ha rassicurato in merito ai lavori di riqualificazione complessiva di piazza Garibaldi e del Rio Sguazzatorio. Ci stiamo, inoltre, attivando per ottimizzare il servizio della Protezione civile, consapevoli del fatto che nel momento in cui si verificano delle esondazioni abbiamo bisogno di intervenire, di garantire il supporto necessario ai cittadini e ai commercianti in difficoltà”.