La Guardia di Finanza a Sant’Egidio del Monte Albino, nel Salernitano, ha sequestrato oltre 230 chili di ’botti’ per le festivita’ di Capodanno illegali. Durante controlli per il contrasto alla commercializzazione illecita di materiali esplodenti, eseguito un blitz nell’abitazione di un trentottenne di Sant’Egidio del Monte Albino (Sa). Nel corso della perquisizione, scoperta la presenza di un ingente quantitativa di batterie pirotecniche e petardi fotoflash, oltre ad altro tipo di materiale, tutti sprovvisti dei requisiti minimi di sicurezza e di autorizzazione alia detenzione, esponendo a un costante ed elevato rischio di esplosione anche le abitazioni adiacenti.

La merce, per un totale di oltre 4.500 articoli, tra manufatti esplodenti e centraline elettriche per il controllo a distanza dei fuochi artificiali, era accuratamente nascosta nel vano cantina; dopo aver provveduto al sequestro, i militari ne hanno immediatamente curato il trasferimento in un deposito autorizzato, in attesa della perizia tecnica degli artificieri della Questura di Salerno, che ne determinera’ l’indice di pericolosita. L’uomo e’ denunciato per le gravi violazioni alle norme in materia di pubblica sicurezza.