È la festa del Santo Patrono a Montesarchio, ma l’aria che si respira nella cittadina non è certo quella di un giorno lieto dopo la morte di Antonio D’Amelio a soli 15 anni in seguito a un malore. Lo ha ricordato anche il primo cittadino Franco Damiano dall’altare nel corso delle celebrazioni per San Nicola, lo ha ribadito il sindaco ai microfoni di Ottochannel:
«Una festa che ci vede tristissimi per la tragedia accaduta ad un ragazzo di soli 15 anni. Una tragedia che ci mette in una condizione spirituale di assoluto scoramento. Vogliamo stare vicini alla famiglia».

E anche ieri in città sono annullate tutte le manifestazioni natalizie e non saranno accese le luminarie: «Doveroso, la comunità è scioccata, lo abbiamo fatto col cuore. Nei prossimi giorni staremo sicuramente vicini alla famiglia del ragazzo». Intanto, sul caso i genitori hanno chiesto di far luce, presentando denuncia ai carabinieri per l’accaduto, visto
che il ragazzo era andato in ospedale, a Sant’Agata de’Goti, per poi essere rispedito a casa dove ha accusato il malore che gli è stato fatale. Disposta l’autopsia per comprendere le cause del decesso.